26 giugno 2006

A proposito del lupo...

A discolpa di bambine sfrontate, nonne incaute e madri smemorate, bisogna però ammettere che il lupo ci sa fare sul serio. Abile e seducente interlocutore, convince Cappuccetto Rosso ad accettare la sua sfida, astuto e istrionico imitatore inganna i non più arguti sensi della povera nonna che lo lascia entrare. Conoscitore esperto di psicologia femminile vince in partenza, puntando tutto sulla notoria attitudine delle madri di non far giammai tesoro delle esperienze passate.
Per essere un animale selvatico non c’è malaccio….ma la doppia natura di cacciatore selvaggio e grande organizzatore di cacce è nota fin dall’antichità che conosceva, in Grecia, un Apollo Lykeyos (lupo) ma anche Karneios (caprone), proprio in virtù del suo dualismo. Nel mondo romano, Fauno Luperco, il lupo sgozzatore che va tenuto lontano dalla porta di casa nella notte dopo il parto, è anche demone protettore del limen e del terminus, sovrano e primo istitutore di culti.
E' possibile comprendere come Fauno Luperco nell'iconografia cristiana e nella conseguente favolistica sia stato un pò bistrattato. Tuttavia non si può negare che nel suo mondo era un gran figo. Andatevi a leggere le sue gesta in “La nascita di Roma”, Torino 1997, il best seller di Andrea Carandini, il più grande studioso delle origini del mondo romano attualmente sulla piazza. Chissà, forse Carandini stesso è un pò Luperco...

4 Comments:

At 29/6/06 17:56, Blogger babstrick said...

il problema e' mio. che sono sia lupo smemorato, che bimba incauta, che nonna sfrontata.
ammazza...!

 
At 3/7/06 10:05, Anonymous Anonimo said...

....l'importante è non essere mai quel tontolone del cacciatore....

 
At 20/7/06 10:17, Anonymous Anonimo said...

Hmm I love the idea behind this website, very unique.
»

 
At 21/7/06 16:16, Anonymous Anonimo said...

I find some information here.

 

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home